Home ¬Ľ Casi brutali ¬Ľ Colleen Ritzer, insegnante assassinata dall’alunno Philip Chism

Colleen Ritzer, insegnante assassinata dall’alunno Philip Chism

Philip Chism, di 14 anni all'epoca del crimine, ha violentato e ucciso la sua insegnante di matematica Colleen Ritzer e ne ha trasportato il corpo in un cassonetto.

Considerato un ragazzo gentile e piacevole dai compagni, Philip Chism, che si era recentemente trasferito e frequentava la nuova scuola da solo un mese, non aveva il profilo di chi sarebbe diventato un assassino.

Il crimine √® avvenuto il 22 ottobre 2013 alla Danvers High School, negli Stati Uniti. Il ragazzo aveva 14 anni all’epoca, mentre Colleen Ritzer, la sua insegnante, ne aveva 24.

Quando si sono conosciuti?

Poich√© il ragazzo era nuovo nella scuola, l’insegnante di matematica ha chiesto a Philip di rimanere dopo la lezione per parlare. Lui ha acconsentito alla richiesta.

Dopo la fine della lezione, un altro studente è rimasto anche lui a scuola e ha notato la conversazione tra Philip e Colleen. Ha riferito che Philip sembrava molto turbato in alcuni momenti della conversazione.

Aveva appena traslocato in un nuovo Stato. Stava anche affrontando la separazione dei suoi genitori. Probabilmente si √® sentito a disagio quando l’insegnante ha chiesto della sua famiglia, e questo gli ha ricordato i momenti difficili che stava vivendo a causa del divorzio dei suoi genitori.

Come è avvenuto il crimine

Poco prima delle 15:00, l’insegnante √® andata in bagno. Pochi minuti dopo, Philip ha lasciato anche lui l’aula e si √® diretto verso il bagno delle ragazze, con il cappuccio che nascondeva la maggior parte del suo viso.

Philip √® entrato nel bagno. Colleen, che era da sola, √® stata pugnalata e ferita 16 volte all’interno della scuola. L’arma utilizzata era un taglierino, trovato nello zaino di Philip il giorno successivo, quando √® stato catturato dalla polizia.

Successivamente, l’insegnante √® stata violentata. Un attacco quasi interrotto da una studentessa in cerca di segnale sul suo telefono cellulare, ma che, vedendo il posteriore di Philip, ha rapidamente chiuso la porta, pensando che si trattasse di una persona che si stava cambiando.

Dopo il crimine, una telecamera di sorveglianza della scuola ha ripreso Philip che usciva tranquillamente dal bagno con la mano insanguinata, stava cercando un bidone dell’immondizia per poter rimuovere il corpo dell’insegnante dal bagno. Ha incontrato alcuni amici mentre cercava il bidone dell’immondizia, ma si comportava normalmente.

Colleen non √® tornata a casa dopo il lavoro, n√© rispondeva al telefono cellulare. √ą stata segnalata come dispersa il marted√¨. Anche lo studente Philip non √® tornato a casa e la sua scomparsa √® stata annunciata.

A quel punto c’erano due persone scomparse nella stessa scuola. La polizia ha avviato le indagini e una delle prime cose che hanno trovato √® stato del sangue nel bagno.

Corpo della vittima

Le telecamere di sicurezza della scuola hanno mostrato Philip che portava via un bidone dell’immondizia, dal quale successivamente si √® dedotto che all’interno ci fosse il corpo dell’insegnante. Ha portato il corpo in una zona boscosa vicina.

Nel luogo in cui ha lasciato il corpo dell’insegnante, ha lasciato una nota che diceva “Vi odio tutti”. Philip se ne and√≤ a piedi.

Il corpo di Colleen fu trovato il giorno successivo in un boschetto vicino. Era sotto un cumulo di foglie nel bosco, disposto in modo sensuale, ed era facilmente identificabile da un pollice con smalto rosa che sporgeva dalle foglie.

Azioni dell’assassino dopo il crimine

Dopo il crimine, Philip si rec√≤ al BJ’s Wholesale Club e compr√≤ una bevanda. Utilizz√≤ anche le carte di credito di Colleen, che aveva rubato dal suo portafoglio, per comprare cibo al ristorante Wendy’s.

Successivamente, and√≤ al cinema e utilizz√≤ nuovamente la carta di Colleen per comprare un biglietto per il film “Gravity”.

Dalle immagini delle telecamere di sicurezza della scuola, non ci volle molto tempo per identificare Philip come coinvolto nel crimine.

Poco dopo, fu arrestato dalla polizia mentre vagava lungo una strada vicina, nella citt√† di Topsfield. Nello zaino aveva degli oggetti appartenenti all’insegnante. Fu arrestato e accusato di stupro, furto e omicidio.

Processo

Nel 2016, fu condannato a 40 anni di prigione per aver ucciso, stuprato e rubato a Colleen Ritzer. Mentre attendeva il processo, cerc√≤ anche di commettere un crimine simile nell’istituto penale minorile in cui era ospitato, ma non fu condannato per tali accuse.

Philip Chism durante il processo.

Lascia un commento